Accedi

I principi del Piano

L’istruzione, oggi più che mai, costituisce un elemento trainante per lo sviluppo economico del Paese, motore di crescita,  generatrice di innovazione e competitività a livello internazionale.  In questo contesto, la formazione del capitale umano diventa una risorsa strategica su cui investire quale fattore decisivo per il miglioramento, oltre che obiettivo prioritario da raggiungere per il 2020 nello spazio europeo dell’istruzione e della formazione. La Legge 107 del 2015, intervenuta a sostegno di tale politica, delinea un nuovo quadro di riferimento per lo sviluppo professionale di tutti gli operatori della scuola rafforzando il principio della formazione in servizio come parte integrante della funzione docente. La formazione, ripensata in una logica strategica e funzionale al miglioramento, diviene “obbligatoria, permanente e strutturale” (c. 124), non più concepita come semplice aggiornamento,  ma come un ambiente di apprendimento continuo. Il Piano Nazionale per la Formazione dei docenti 2016/2019, definendo le priorità e le risorse finanziarie per il triennio, rende tale quadro immediatamente operativo prevedendo una politica efficace che consenta di superare le debolezze del nostro sistema scolastico  allineandolo ai migliori standard internazionali. Si implementa, così,  un modello di formazione aperto, dinamico e strategico che si traduce in un sistema di opportunità di crescita e di sviluppo professionale non solo per i docenti, ma per l’intera comunità scolastica. All’interno di tale sistema la Rete costituisce un’opportunità per sviluppare una progettualità condivisa, soddisfare bisogni comuni, ottimizzare l’utilizzo delle risorse, incentivare la collaborazione dando vita ad una virtuosa sinergia d’intenti tra tutte le Istituzioni Scolastiche dell’ambito.